Bello come il legno, pratico come il gres: Vivo di Marazzi

©Eugeni Pons

Il look legno trova una nuova chiave di lettura con Vivo, collezione di Marazzi in gres porcellanato dalla superficie molto elegante, caratterizzata da nodi e spaccature, con una leggera stonalizzazione.

Effetto realistico e profondità della materia sono ottenuti grazie all’utilizzo della tecnologia 3D ink, in grado di restituire un perfetto incastro tra grafiche e strutture e infondere inclusioni leggermente lucide alla superficie opaca, per un match unico tra materia, colore e texture su ogni singolo pezzo.

La gamma colori si compone di quattro colori: sabbia, grano, tabacco e castano. Disponibili nei formati a doga (22,5×180, 20×120, 20×150 e chevron 11×54) e superficie outdoor per la posa anche in esterno 20×120, 20×150.

I colori del gres porcellanato effetto legno serie Vivo di Marazzi
Marazzi | I colori del gres porcellanato effetto legno serie Vivo

Perfetti da abbinare

Forte di questa varietà e di un appeal estetico caratterizzato da una leggera lucidatura della superficie che impreziosisce il look legno, Vivo si presta a una grande libertà applicativa, anche in abbinamento con altri materiali Marazzi, ispirati a marmi, pietre e seminati e con tutte le collezioni da rivestimento.

Le case, gli edifici, le città, sono spazi vuoti senza le persone che li abitano. Con questa consapevolezza, da quasi nove decenni Marazzi progetta e produce superfici in ceramica in cui il pragmatismo incontra la bellezza, la novità corona la tradizione e la tecnologia si mette al servizio delle persone.

Alle tecnologie esclusive, alla solidità e all’affidabilità di Marazzi, si affiancano lo stile, il gusto, la passione per la ceramica e l’amore per la bellezza. Perché dove finisce il design, cominciano sempre le emozioni.

Marazzi Vivo grano 22,5x180 gres porcellanato effetto legno
Marazzi | Vivo color grano per illuminare l’area giorno

Pavimenti da quasi 90 anni

Nel 1935 nasce, in una struttura provvisoria montata su file parallele di pioppi a Sassuolo, la prima fabbrica Marazzi. Produce ceramiche da rivestimento decorate a mano. La ricerca di soluzioni inedite, già negli anni 50, conduce Marazzi alla prima collaborazione tra ceramica e design: Gio’ Ponti e Alberto Rosselli firmano, nel 1960, la piastrella quattro volte curva Triennale.

È l’inizio di un dialogo che fa incontrare nel Centro Stile e nei laboratori Marazzi, per la prima volta, ricerca ceramica e grandi firme della moda, dell’arte, del design, dell’architettura, con cui nascono, nel tempo, nuovi prodotti e nuove modalità espressive della ceramica, interpretate da grandi maestri della fotografia internazionale. Oggi, Marazzi continua ad avvalersi di collaborazioni eccellenti e a tradurre le tendenze dell’abitare in ceramiche uniche ed esclusive apprezzate in tutto il mondo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Cliccando su accetta, o continuando la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetta Maggiori informazioni