L’ottava edizione del Convegno YouBuild è dedicata alla climate & construction technology, ovvero, progettare, costruire, riusare e dismettere nell’ottica di contribuire alla crescita di una filiera industriale innovativa. Non solo un evento, ma una chiamata all’azione per affrontare le responsabilità che fanno capo ad ogni protagonista della filiera delle costruzioni.

Un convegno, un’ambizione: il Regenerative Design. Per la produzione di manufatti che si integrino nell’ecosistema, non utilizzino energia ma la producano, che contribuiscano alla decarbonizzazione. Non basta limitare i danni, occorre cooperare con gli elementi naturali.

Nel cuore della crisi climatica globale, l’edilizia si trova all’incrocio tra due sfide, quella urgente di mitigarne gli effetti devastanti e l’opportunità senza precedenti di guidare la trasformazione verso un futuro adattivo e rigenerativo. Il settore delle costruzioni, responsabile di una quota significativa delle emissioni globali di gas serra e del consumo di risorse naturali, è chiamato quindi a una radicale svolta delle pratiche costruttive, dei materiali e degli approcci progettuali.

ADATTAMENTO E MITIGAZIONE

L’accelerazione di eventi climatici estremi, l’aumento delle temperature globali, la formazione di isole di calore urbane ed edifici surriscaldati, la frequenza
crescente di inondazioni, siccità e uragani, evidenziano con chiarezza l’impellente necessità di adottare strategie di adattamento e mitigazione innovative.

Scienza e tecnologia offrono soluzioni promettenti, ma il loro pieno potenziale può essere realizzato solo attraverso un’integrazione olistica con pratiche edilizie avanzate e un impegno condiviso verso la sostenibilità.

APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE

Riconoscendo quest’imperativo, il convegno YouBuild e il concorso ad esso associato, vogliono catalizzare un movimento globale d’innovazione. Si tratta di un evento dichiaratamente ambizioso che si pone come luogo privilegiato di esplorazione di tecnologie e pratiche rigenerative emergenti.

Attraverso un approccio multidisciplinare, il convegno mira a unire progettisti, costruttori, accademici, innovatori e decisori politici in un dialogo costruttivo per esplorare soluzioni sostenibili che possano essere implementate su scala globale.

Il convegno e il concorso vogliono essere d’ispirazione a un’era d’innovazione che sia al tempo stesso sostenibile e rigenerativa, guidando così il settore verso un futuro meno fragile di fronte agli inevitabili cambiamenti climatici.

I temi guida

Big Data satellitari per riscrivere le regole del design urbano

Uso dei big data satellitari per monitorare e gestire gli effetti dei cambiamenti climatici sull’ambiente costruito. Sarà discussa la capacità dei satelliti di fornire dati preziosi sui modelli di calore urbano e sulla qualità dell’aria, che possono essere utilizzati per informare le decisioni di progettazione urbana e architettonica.

Adattare gli edifici e le città agli eventi climatici estremi

Nell’analizzare l’impatto diretto dei cambiamenti climatici sull’ambiente costruito saranno esplorate strategie per la resilienza di edifici e spazi aperti a fronte di ondate di calore più intense e frequenza crescente di eventi meteorologici estremi. Questa discussione fornirà indicazioni per progettare spazi che non solo sopportino, ma si adattino e reagiscano positivamente a queste nuove condizioni, migliorando il comfort degli abitanti e la resilienza delle strutture urbane.

Design innovativo per microclimi urbani rigenerativi

Sarà esplorato l’uso di soluzioni basate sulla natura e di design innovativo per creare microclimi urbani che contrastino l’intensificarsi del calore urbano e favoriscano la biodiversità. Verranno presentati casi studio di successo dove materiali riflettenti e intelligenti, sistemi idrici, giardini pensili e pareti verdi che hanno contribuito attivamente alla rigenerazione dell’ecosistema urbano.

Automazione e digitalizzazione come driver di processi costruttivi efficienti e rigenerativi

Sarà analizzato l’impatto trasformativo dell’automazione e della digitalizzazione nei processi costruttivi, evidenziando come l’industrializzazione e l’uso di robot in cantiere possano aumentare l’efficienza e promuovere una costruzione più sicura e meno invasiva riducendo gli sprechi e l’impronta ecologica dei cantieri edili.

Il programma

In fase di definizione

La sede

Youbuildweb.it

Vai all'edizione precedente

Novembre 2023

Il Concorso

Al convegno è legato un concorso teso a stimolare le risposte dell’industria delle costruzioni all’impatto sull’ambiente costruito dei cambiamenti climatici, così come si stanno manifestando negli ultimi anni, con soluzioni costruttive e tecnologiche innovative.

Il concorso contempla tre categorie di premi individuati per scoprire e valorizzare le migliori pratiche, i materiali e le tecnologie che possono guidare il settore verso un futuro più adattabile e rigenerativo.

  1. MATERIALI ADATTIVI PER ESTERNI E INTERNI
    Questa categoria è focalizzata sui materiali innovativi che migliorano la resilienza e l’efficienza energetica degli edifici, adattandosi alle variazioni climatiche. Per gli esterni, si cercano materiali che possano ridurre l’effetto isola di calore urbano e migliorare il microclima locale, come rivestimenti che riflettono il calore solare o pavimentazioni permeabili. Per gli interni, l’attenzione è sui materiali che offrono un eccellente isolamento termico, regolano l’umidità e migliorano la qualità dell’aria interna, contribuendo così a mantenere condizioni abitative ottimali con un minore consumo energetico.
  2. INNOVAZIONE DI PROCESSO CON FOCUS SULLA DIGITALIZZAZIONE
    Riconosciamo le iniziative che rivoluzionano i processi costruttivi attraverso l’uso della digitalizzazione, della prefabbricazione, della robotica e del design parametrico. Questa categoria premia l’efficienza operativa, la precisione e la riduzione degli sprechi ottenute attraverso l’adozione di tecnologie avanzate. Esempi includono l’utilizzo di software per il design parametrico che ottimizza l’uso dei materiali e la forma degli edifici per prestazioni ambientali superiori, sistemi di prefabbricazione che accelerano i tempi di costruzione riducendo l’impatto ambientale e l’impiego di robot in cantiere per lavori ad alta precisione e sicurezza.
  3. CASI STUDIO E PROGETTI DI ADATTAMENTO CLIMATICO AVANZATO
    Saranno premiati progetti e casi studio che dimostrano un’eccellenza nell’adattamento ai cambiamenti climatici. Saranno analizzati esempi di edifici, infrastrutture e interventi urbani che integrano soluzioni innovative per affrontare sfide specifiche legate al clima, come la gestione delle acque piovane, il raffrescamento passivo, la biodiversità e la resilienza agli eventi meteorologici estremi. Progetti che mostrano un approccio olistico alla sostenibilità e all’adattamento, contribuendo significativamente alla rigenerazione dell’ambiente costruito e naturale.

Main Sponsor

Partner Sponsor

Sponsor

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Cliccando su accetta, o continuando la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetta Maggiori informazioni