Cosa visitare al Supersalone e Fuorisalone 2021

9 minuti di lettura

Dopo le iniziali resistenze a causa dell’emergenza pandemica, Milano si prepara ad aprire le porte al supersalone, il nuovo format del Salone del Mobile 2021 firmato da Stefano Boeri e un team internazionale di co-progettisti. La manifestazione, tra le più rinomate del design internazionale, si terrà a FieraMilano Rho da 5 al 10 settembre 2021 in una veste inedita, attenta a valorizzare le novità, le tecnologie e i progetti delle aziende. Triennale Milano porterà invece il supersalone in città con un palinsesto di mostre ed eventi inediti.

Ad accompagnare la manifestazione torna come da tradizione anche il Fuorisalone, il programma di eventi, showcase e appuntamenti che si svolgerà in occasione della Milano Design Week in varie zone della città di Milano dal 4 al 10 settembre 2021.

Ecco gli appuntamenti da non perdere al supersalone 2021 e al Fuorisalone selezionati dalla redazione di YouBuild. Molti eventi sono su prenotazione e pre-registrazione, e prevedono l’obbligo di mascherina e di Green Pass o tampone.

Leggi anche: Supersalone e Fuorisalone 2021: le novità dalle aziende

Made Expo-Salone software tecnologie e servizi

SUPERSALONE 2021

L’evento Supersalone è aperto agli operatori di settore e al pubblico dal 5 al 10 settembre 2021 presso la Fiera Milano Rho. Il biglietto costa 15 euro ed è acquistabile esclusivamente on-line previa registrazione.

Il format innovativo dell’esposizione curata da Stefano Boeri prevede installazioni verticali che si snodano in lunghi e larghi corridoi che trasformeranno la Fiera di Rho in una galleria museale contemporanea e il design in autentiche opere d’arte.

Ma non è tutto: la contaminazione tra fiera ed eventi collaterali arriva anche in città, precisamente alla Triennale di Milano dove, dal 4 al 12 settembre, sarà allestita una mostra dedicata proprio al Salone del Mobile, curata da Mario Piazza. L’esposizione propone un’interpretazione delle più significative produzioni culturali del Salone del Mobile che nel corso della sua storia hanno comunicato il design al pubblico degli appassionati e dei consumatori, con prodotti, allestimenti, video, fotografie, sceneggiature e documenti che hanno coinvolto almeno quattro generazioni di creativi.

FUORISALONE 2021

Brera Design District

Distretto più rappresentativo del Fuorisalone, Brera Design District offre un programma di 91 eventi, 157 aziende e designer e 63 showroom permanenti.

Brera Design District
Brera Design District © 2021 – Illustratzione di Roberta Esposito

Tra gli appuntamenti più attesi “Interni Creative Connections“, la mostra-evento con quasi trenta installazioni, design islands, micro-architetture e macro-oggetti, tutti site-specific, che sviluppano i temi della cura, sostenibilità e mobilità/velocità. La manifestazione, che avrà luogo dal 4 al 19 settembre, nei Cortili dell’Università degli Studi di Milano, all’Orto Botanico di Brera e per la prima volta all’Audi City Lab in via della Spiga 26, sarà anche l’occasione per celebrare il 30° anniversario del FuoriSalone.

In occasione di Interni Creative Connections, in mostra all’interno del cortile del Richini della Statale di Milano anche Augmented Architecture,  l’architettura aumentata di Cino e Chiara Zucchi, ispirata a Mapei «Augmented Architecture vuole interpretare in maniera profonda sia il luogo specifico sia Mapei, cercando una temporanea intersezione tra le loro due importanti storie e realtà attuali – ha dichiarato Zucchi -. Il prodotto Mapei non ha forma propria ma agisce come elemento di relazione tra manufatti esistenti oppure li reinterpreta attraverso interventi di natura protettiva, cromatica o isolante. L’opera appare, dunque, semplice ed efficace, capace di comunicare in forma diretta l’impegno di Mapei nella conservazione e reinterpretazione degli ambienti umani valorizzando sempre più i concetti di durata, recupero e sostenibilità».

mapei-augmented-architecture

Tra gli altri eventi del Brera Design District da non perdere anche “Porcelanosa Mediterranean lifestyle and design, abitare la casa mediterranea“, uno spazio innovativo di oltre 600 mq in Piazza Castello 19 con tutti i marchi del Gruppo e le ultime tendenze di pavimenti e rivestimenti ceramici, materiali naturali, cucine, bagni, nonché soluzioni costruttive. Per la Milano Design Week 2021 lo showroom milanese Agape12 (Via Statuto 12) mette in scena “Mesh Topology”, 850 mq da esplorare attraversando ambientazioni che generano connessioni inaspettate tra forme e arredi. Con il nuovo allestimento si conferma la collaborazione con Gypsum, che espone le piastrelle in cemento tridimensionale Minimum, Mosaico+ con i suoi inediti rivestimenti Cut-Up di ispirazione dadaista e Key Cucine che presenta Strip, nuovo concetto di cucina palcoscenico firmato dal designer Nevio.

mosaicopiù-fuorisalone
Mosaico+ partecipa al circuito del Fuorisalone 2021, come partner di Agape 12, all’interno del nuovo allestimento dello spazio intitolato Mesh Topology

Al Fuorisalone di settembre, lo showroom Pianca & Partners in Via Porta Tenaglia 7N3 dà spazio alle nuove generazioni di progettisti con una mostra dedicata al lavoro di tre giovani talenti under 35: Giuseppe Arezzi, Maddalena Selvini e Flatwig Studio. È il primo appuntamento del format “Emerging lines”, ideato dal contract hub milanese per promuovere la creatività del futuro.

Pianca-Partners

Interior design al Museo Bagatti Valsecchi

Dal 5 al 10 settembre 2021, il Museo Bagatti Valsecchi (Via Gesù 5) ospita la seconda edizione del Palazzo delle Meraviglie, evento del FuoriSalone dedicato ad alcune eccellenze dell’interior design Il percorso espositivo ideato da Katrin Herden e Alessandro Zarinelli vede coinvolte sei aziende internazionali: DeCluuz, Jallu Ébénistes, LcD, Perennials and Sutherland, Sohil, Van Rossum. Ingresso libero, con prenotazione.

 

Superdesign Show 2021

Due grandi eventi in due location, il Superstudio Più di via Tortona 27 e il Superstudio Maxi in via Moncucco, segnano il ritorno del grande spazio espositivo alla Milano Design Week. L’ingresso è su prenotazione obbligatoria valido per le due location  (chiusura cancelli per entrambe le location 30 minuti dall’ora di fine evento). Da non perdere la mostra “Cult&Must 2000/2020 – le icone del nuovo millennio” con i più recenti pezzi iconici dei grandi brand italiani e del lifestyle a cura di Giulio Cappellini e il progetto “Design beyond Design” tra postazioni video, installazioni, workshop, mostre fotografiche, incontri e molto altro.

Tortona Design Week

All’interno del Fuorisalone da non perdere “In-Out, Perception of Sustainability“: le esposizioni celebreranno il design come promotore di innovazione, frutto di una ricerca continua per conciliare in modo intelligente e sostenibile l’interazione tra cose, persone e spazi, con numerosi valori ricorrenti, tra cui l’impegno nell’uso di materiali innovativi, l’utilizzo dell’intelligenza artificiale e il rispetto per l’ambiente.

haier-fuorisalone
Haier lancerà la propria idea di Smart Home, “Haier Home of the future” basata sull‘Intelligenza Artificiale e sarà aperta al pubblico, con un percorso di visita articolato in piccoli gruppi, che per circa 15 minuti avranno la possibilità di vivere da vicino una simulazione di casa interamente interconnessa con un ecosistema completo di elettrodomestici e soluzioni connessi per far fronte a problematiche e situazioni tipiche della vita di tutti i giorni.

Tante le importanti realtà nazionali e internazionali che hanno sposato il progetto come Haier, Candy e Hoover, con la casa interamente interconnessa; Apimae Aicep Portugal Global, con il design unico delle aziende portoghesi; Nitto con il labirinto magico realizzato grazie a una nuova tecnologia luminosa; Icona Design Group con le realizzazioni in ambito automotive, industrial e product design; Delta Light con l’installazione multisensoriale #wantyouclose e ancora Lechler – ColorDesign; Officina 14; Zip Zone Events; Materioteca; Tiziana Pistoni; Studio.traccia, segno della volontà condivisa di costruire un futuro consapevole e responsabile.

Gaia-Luke-Jerram
Installazione “Gaia” di Luke Jerram, BASE Milano

Da non perdere a BASE (Via Bergognone 34) “We Will Design”, una sperimentazione che parte dal micromondo di una stanza-atelier, si amplia alla dimensione collettiva del quartiere fino a spalancare uno sguardo sul nostro ecosistema Terra, per co-progettare un futuro più sostenibile attraverso il design. Quattro i progetti che saranno sviluppati:

– RESTART di ACNE, il creative collective della famiglia Deloitte, per aiutare gli small business del quartiere Tortona a rimettersi in gioco dopo la pandemia grazie all’incontro con il mondo dell’arte

– Temporary Home: grazie alla collaborazione con IKEA Italia, la guesthouse di BASE si trasforma in una residenza sui generis in cui lo spazio diventa casa, luogo di sperimentazione e spazio espositivo aperto al pubblico per cinque designer italiani e internazionali.

– Exhibit: sostenibilità, riuso anti-spreco dei materiali, processi di co-progettazione, nuovi approcci all’apprendimento, saranno al centro dei diversi progetti e installazioni esposti a BASE.

– Public program ‘Progettare la prossimità’: due volte al giorno, per cinque sere, l’appuntamento con i talk organizzati da BASE e POLI.design, con il Dipartimento e la Scuola del Design del Politecnico di Milano, con dibattiti e punti di vista sul tema della città di prossimità all’ombra di GAIA, l’installazione dedicata al pianeta Terra dell’artista Luke Jerram.

hang-fuorisalone-milano
Hang. Seeding the future

Dal 5 al 10 settembre in Via Tortona 21, presso la sede milanese del Gruppo Building, sarà inoltre possibile scoprire il mondo delle colture fuori suolo grazie a un allestimento esperienziale in cui riscoprire il mondo delle piante e delle loro radici grazie all’installazione  “Hang. Seeding the future” tra futuro, design, architettura e tecnologia.

Isola Design District

Nato da poco, il distretto Isola è diventato subito uno dei principali spazi ufficiali della Milano Design Week, dedicato in particolare ai designer emergenti internazionali e agli studi di design indipendenti.

La Casa Fluida di Elle Decor

Dal 5 al 12 settembre, Elle Decor Italia allestisce a Palazzo Bovara (Corso Venezia, 51), è possibile visitare la mostra-installazione “La casa fluida”, firmata da Elisa Ossino Studio e con il landscape design di Marco Bay: undici ambienti, compreso l’outdoor, tra comfort, flessibilità di spazi e funzioni e sostenibilità.

5Vie Design Week

Nel centro storico di Milano, le Cinque Vie propongono un progetto sull’art-design e sui pezzi unici e da collezione, oltre che nella ricerca e nella divulgazione delle best practice legate alla sostenibilità. Tra le attività, il Forum It’s Circular dedicato all’economia circolare, quest’anno alla sua quarta edizione.

In occasione del SuperSalone 2021, lo showroom Albed di Via Gonzaga 7 presenta l’installazione immersiva “Multisensorial Landscapes – Design For The Senses”, un percorso narrativo esperienziale in cui il visitatore è invitato ad aprire porte che svelano nuovi mondi in un’esplorazione che coinvolge e stimola tutti i sensi. L’appuntamento è l’8 settembre con la presentazione di Entre-Deux, il nuovo sistema di porte battenti disegnato da Alfonso Femia /AF*Design per Albed.

Spostandosi poco più in là, verso il Castello Sforzesco, riviera creative space (Via Gorani 4) ospita un contenuto esclusivo ideato e diretto da simple flair, Simona Flacco e Riccardo Crenna, in partnership con Lapalma. Un progetto per connettere gli spazi interni e la piazza esterna con l’obiettivo di accogliere tutti coloro che vorranno condividere una visione: rendere la design industry un punto di riferimento per una società contemporanea, semplice, inclusiva, informale ma concreta.

Simona-Flacco-Riccardo-Crenna-pic-by-Matteo-Bianchessi
Simona Flacco & Riccardo Crenna pic by Matteo Bianchessi

Ventura Milano

Nonostante l’addio al Fuorisalone del distretto Ventura di Milano Lambrate, dal 5 al 10 settembre 2021 sono in programma presso OfficinaVentura14 le mostre “Hotel Regeneration“, happening firmato dall’architetto Simone Micheli dedicato alle contaminazioni tra ospitalità, tecnologia e materiali connessi al mondo dell’innovazione e a nuovi quadri esistenziali del nostro presente, e “The Ugly Duckling becomes a swan“, una mirata qualificazione immobiliare che immerge il visitatore all’interno di un prestigioso immobile che intende raccontare un nuovo modo di fare architettura.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Cliccando su accetta, o continuando la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetta Maggiori informazioni