Maximall Pompeii, al via i lavori dell’hub turistico-commerciale

4 minuti di lettura

Più di 170 milioni di euro e un progetto ambizioso: creare un hub turistico e commerciale in grado di rilanciare l’ampio processo di riqualificazione urbana di un’area che si presenta già ricca di bellezze naturali e paesaggistiche. Oggi, l’avveniristico progetto voluto da IrgenRE Group si sta realizzando con Maximall Pompeii che aprirà al pubblico tra circa due anni.

 

Maximall Pompeii verde
Maximall Pompeii offre anche un parco verde attrezzato e aperto al pubblico di 50.000 metri quadri e un’inedita copertura sulla quale è possibile fare jogging e godersi momenti di relax

 

Se dal nome si comprende sin da subito la naturale simbiosi del centro polifunzionale con i famosi scavi archeologici, meta di oltre 4 milioni di turisti ogni anno, dalla sua posizione si evidenzia la potenzialità ad intercettare gli importanti flussi provenienti da tutta l’area circostante che va da Napoli alla costiera sorrentina, con una previsione di visitatori annui che in Campania (e in generale nel Mezzogiorno) non ha eguali. E con la possibilità di generare, inoltre, 1.500 nuovi posti di lavoro.

 

Il progetto

Il complesso si estende su un’area di 200.000 metri quadri che ospita, oltre a numerosi servizi peculiari, circa 200 brand, distribuiti su due livelli, delle più importanti griffe nazionali ed internazionali, tra i quali è possibile passeggiare con la sensazione di essere totalmente all’aperto grazie alla copertura realizzata interamente in vetro.

 

Maximall Pompeii copertura vetro
La copertura realizzata interamente in vetro
Maxmall Pompeii fontana danzante
La fontana danzante

 

Il complesso prevede anche un hotel 4 stelle che sarà gestito dal Gruppo Marriott Bonvoy con oltre 135 camere; un auditorium di 1.100 posti su circa 3.000 metri quadri che ingloba un cinema con 8 sale, un teatro e una sala conferenze; 30 ristoranti distribuiti su 3.000 metri quadri; una piazza-anfiteatro esterna per eventi di 6.500 metri quadrati dalla quale ammirare ogni giorno lo spettacolo mozzafiato offerto dalla fontana danzante il cui gettito supera i 25 metri di altezza; una seconda piazza multimediale interna di 800 metri quadri; un parcheggio di 5.000 posti auto e 30 bus turistici.

Inoltre, in una logica di riqualificazione dell’area in chiave ecosostenibile, Maximall Pompeii offre un parco verde attrezzato e aperto al pubblico di 50.000 metri quadri e un’inedita copertura di 6.000, sulla quale è possibile fare jogging e godersi momenti di relax, ammirando l’incantevole veduta del Golfo di Napoli.

 

L’hub che punta al Breeam

Non meraviglia che Paolo Negri, amministratore e titolare di IrgenRE Group, parli di «un’occasione enorme che avrà un risvolto positivo sul tessuto sociale e occupazionale di un’area vastissima». Anche la scelta del sito, ricorda Negri, non è stata casuale «ma supportata dallo studio commissionato a CACI, società di fama internazionale specializzata nelle valutazioni di fattibilità, che riconosce all’intervento Maximall Pompeii la possibilità di realizzare numeri entusiasmanti, ovvero circa 12 milioni di visitatori e oltre 350 milioni di fatturato già dal primo anno».

Il tutto nell’ottica di valorizzare al massimo la shopping experience, letteralmente cucita sulle esigenze dei visitatori. Questo spettacolare hub turistico e commerciale prevede anche un ampio numero di servizi a valore aggiunto: dall’area business e co-working, agli info-point turistici, ai servizi taxi e tax refund.

Ma Maximall Pompeii è anche un vivido esempio di architettura sostenibile attestato dal riconoscimento della prestigiosissima certificazione internazionale Breeam, che indica una metodologia di valutazione ideata per monitorare e certificare la sostenibilità degli edifici già in fase di progettazione e costruzione: una vera rivoluzione per queste aree. Il complesso rappresenta inoltre una concreta valorizzazione del Made in Italy e delle tradizioni campane, frutto del lavoro di progettazione del pluripremiato studio di architettura Design International.

«È nostra volontà creare un punto di incontro con una formula nuova che preveda anche la presenza di chef stellati che offriranno all’interno di Maximall Pompeii le loro specialità a prezzi accessibili», conclude Paolo Negri. «Un modello innovativo di food court basato sulla ricerca delle eccellenze del territorio, in grado di regalare momenti di felice seduzione a quanti potranno godere dell’opportunità di vivere quella che noi ci auguriamo possa diventare un’imperdibile esperienza».

 

LA SCHEDA

Maximall Pompeii
Committente: Irgen RE Pompei Srl
Sponsor: Irgenre Group srl
Commercializzazione e gestione: Irgen Retail Management Srl
Studio di architettura: Design International
General contractor: Irgen Construction Srl
Luogo: Via Plinio – 80058 Torre Annunziata (NA)
Superficie lotto totale: 200.000 mq
Slp: 67.440 mq
Gla retail: 42.000 mq
Gla no retail: 7.000 mq
Investimento: € 170 ml
Ricavi attesi: € 21 ml
Ebitda: € 19 ml
Obiettivo certificazione Breeam: Excellent
Parcheggi: 5.000 posti auto e 30 bus turistici
Negozi: 130
Food: 30
Piazze: esterna di 6.500 mq con fontana e interna di 800 mq
Hotel: partnership con Gruppo Marriott Bonvoy, 135 camere
Auditorium: cinema con 8 sale – 1.100 posti, teatro e sala conferenze
Parco verde attrezzato: 50.000 mq
Superficie attrezzata in copertura: 6.000 mq
Inizio lavori: gennaio 2020
Fine lavori: novembre 2021

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Cliccando su accetta, o continuando la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetta Maggiori informazioni