Matteo Brioni: faccio l’architetto della terra cruda

4 minuti di lettura

Non deve essere cotta, è naturale, è anallergica e unisce caratteristiche igroscopiche al valore estetico. Alla riscoperta della terra cruda con l’architetto Matteo Brioni.

terra-cruda-matteo-brioni
Matteo Brioni e Marialaura Rossiello. Foto: ©Paola Pansini

C’è la pura materia alla base di tutta la produzione dell’architetto Matteo Brioni. E Matteo con la terra ci ha sempre avuto a che fare dal momento che nasce dalla tradizione della fornace di famiglia, a Gonzaga in provincia di Mantova. «L’idea di diversificare la produzione aziendale mi venne nel 2004 quando, in una fiera, vidi per la prima volta un mattone in terra cruda. Dopo i mattoni vennero gli intonaci e poi le finiture. Così nel 2010 decisi di creare la mia azienda. Oggi mi sveglio ogni giorno pieno di idee e nuovi progetti. Amo le sfide e non dico mai di no, anche alle richieste più strane che ci provengono da designer e architetti, perché sono loro che contribuiscono ad alzare l’asticella delle nostre competenze e capacità».  Architetto, laureatosi all’Università di Firenze con la guida di Massimo Carmassi, Brioni ha saputo trasportare nella sua produzione la forza della materia legata alla poesia delle finiture, dei veri e propri capolavori artistici come l’ultima nata, TerraWabi, ispirata alla concezione estetica giapponese del Wabi-sabi che indica un oggetto nel suo stato più essenziale e naturale.

TerraWabi-terra-cruda-matteo-brioni
Nella foto: TerraWabi Craquelé. Terra Wabi nasce per offrire un prodotto caratterizzato dalla maternità intrinseca della terra. Aggiungendo alle argille, calce, olii e cere naturali, si ottengono colori stonalizzati e molto profondi tipici dell’intonaco antico.

Terra cruda: materiale antico

Composta da un’accurata selezione di argille e inerti naturali, provenienti da diversi territori e miscelati per ottenere le qualità cromatiche, tattili e funzionali più idonee a ciascun ambiente, la terra cruda viene lasciata semplicemente essiccare all’aria, senza bisogno di cottura. È uno dei materiali da costruzione più antichi della storia, in cui la totale assenza di pigmenti aggiunti fa risaltare tutta la qualità del luogo di provenienza dei vari composti.

terra-plus-terra-cruda-matteo-brioni
TerraPlus è un impasto di terra cruda additivato con leganti minerali e polimeri resinosi, che permette di ottenere una maggiore resistenza all’abrasione e all’acqua senza perdere la permeabilità. Si utilizza in ambienti interni per realizzare pavimenti continui o superfici verticali. Adatto per rivestire mobile e oggetti di arredo, è disponibile nelle colorazioni melograno, sabbia, avorio, vengo, senape, vinaccia, ardesia fumo, neve, pece, mouse, polvere, fango e mattone

Matteo Brioni applica a un materiale tradizionale un uso contemporaneo e moderno adatto a superfici continue verticali e orizzontali, prestandosi a qualsiasi forma: un materiale sano e anallergico dalle caratteristiche uniche come la capacità di regolare l’umidità e la temperatura, proprietà antistatiche, assenza di esalazioni tossiche, capacità di assorbire suoni e odori, resistenza al fuoco. Gli impasti in terra cruda possono inoltre essere additivati con leganti minerali o sintetici al fine di ottenere rivestimenti dal diverso grado di resistenza meccanica, all’abrasione e all’acqua.

È un progetto in continuo divenire grazie alle sperimentazioni del team di lavoro di Matteo Brioni, finalizzate allo studio di impasti per nuovedimensioni tattili e percettive. La iuta, il frumento,
la canapa, il riso ne aumentano la matericità. La mica, l’ematite e la madreperla donano alla terra luce e riflessi splendenti. L’onice, la sodalite e il quarzo conferiscono alla terra un aspetto vissuto, usurato, simulando il passaggio del tempo.

Terra-Evoca-terra-crusa-matteo-brioni
Parete con finitura TerraEvoca e TerraStool, prototipo di sgabelli realizzati con la tecnica dello spruzzo e della spatola che esaltano la tridimensionalità, la leggerezza e i colori tipici del prodotto. Disegnati dallo Studio Irvine
MultiTerra-terra-cruda- matteo-brioni
MultiTerra, intonachino di finitura naturale in argilla che, grazie alla sua granulometria, è particolarmente indicato per creare effetti materici e grezzi. Grazie alla sua presa di natura meccanica può essere applicato su qualsiasi tipo di supporto dalla superficie ruvida. Le tinte si basano sui colori naturali delle argille senza l’aggiunta di pigmenti. il composto si presta a essere personalizzato con gli aggregati Luce, Tempo e Materia. Disponibile nei colori sale grigio, panna, pepe nero, cannella, senape, zenzero, caffè, vinaccia, cacao, melograno (in foto)
terra-cruda-matteo-brioni
TerraEvoca è il progetto sulle finiture decorative d’interni con diverse tipologie di argille. L’altorilievo è reso unico dalla completa personalizzazione della texture, realizzata a mano, che rende ogni applicazione esclusiva e irripetibile

(Laura Verdi)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.