Borgo Lanciano: le scelte impiantistiche per edifici a uso alberghiero

Relais Borgo Lanciano credits@WiP-Architetti
4 minuti di lettura

Borgo Lanciano, luxury hotel in provincia di Macerata riapre al pubblico dopo il restyling affidato a Studio Bizzarro che ha curato la progettazione architettonica e l’interior design, e WiP Architetti, che si è occupata della parte impiantistica.

I lavori di ristrutturazione e ampliamento hanno visto la realizzazione di cinque nuove suite al piano terra, la ristrutturazione del centro benessere attuale e l’ampliamento del piano interrato con una spa che raggiungerà i 1500 metri quadri, comprensiva di centro benessere, area relax, bagno vapore, sauna, cabina del fieno, centro trattamento massaggi e area ristoro. Nella zona esterna è stata creata una nuova piscina.

RELAIS-BORGO-LANCIANO-credits@WiP-Architetti
Relais Borgo Lanciano credits@WiP-Architetti
RELAIS-BORGO-LANCIANO-credits@WiP-Architetti
Relais Borgo Lanciano credits@WiP-Architetti

Le scelte impiantistiche per Borgo Lanciano

Le scelte impiantistiche allestite nel luxury hotel Borgo Lanciano da WiP  tengono in debita considerazione le tecnologie innovative da utilizzare in edifici a uso alberghiero. Nel dettaglio sono stati installati:

– Suite: impianto a fan-coil canalizzati / incassati a soffitto del tipo a 4 tubi (possibilità di avere riscaldamento e raffrescamento indipendente per singolo locale). Per le zone attorno alle vasche idromassaggio è stato previsto impianto radiante a pavimento ad integrazione
– Bagni: integrazione riscaldamento mediante scalda salviette d’arredo
– Centro benessere: impianto radiante caldo / freddo a pavimento ed aria primaria di rinnovo
– Zona piscina: impianto radiante caldo / freddo a pavimento e deumidificatore per controllo umidità
– Piscina interna: riscaldata 24 h x 365 gg/anno a temperatura > 32°C
– 2 piccole piscine, una calda e una fredda, per il trattamento terapeutico
Impianti elettrici: previsto sistema di gestione e controllo suite diversificato fra camera assegnata / occupata / non occupata. Tutti gli impianti sono gestiti mediante sistema di supervisione.

RELAIS-BORGO-LANCIANO-credits@WiP-Architetti
Relais Borgo Lanciano credits@WiP-Architetti
RELAIS-BORGO-LANCIANO-credits@WiP-Architetti
Relais Borgo Lanciano credits@WiP-Architetti

La progettazione e scelta degli impianti hanno seguito le seguenti linee guida:

– flessibilità e riconfigurabilità, intese come la necessità di progettare gli impianti tecnologici in funzione di una completa possibilità di riconversione e variazione delle disposizioni interne, in particolare del layout delle camere e dei locali accessori. Il posizionamento di elementi terminali in funzione della maglia di pianificazione utilizzata, garantisce ampia flessibilità con risultati ottimali in fase di spostamento e riconfigurazione architettonico-distributiva degli spazi.

analisi energetica, intesa come il rispetto delle scelte effettuate, tenendo conto dei trend di sviluppo dell’impiantistica attuale, in funzione della struttura dei consumi energetici dell’edificio. Tale esame è stato effettuato valutando i flussi energetici all’interno dell’edificio (attuale e futuro), dalla fonte primaria all’utilizzo finale (fase di audit / verifica dell’edificio e delle centrali di produzione). Le scelte migliorative per l’involucro edilizio, in ampliamento, e gli impianti tecnologici (in particolare la climatizzazione) garantiscono il rispetto dei limiti per il fabbisogno di energia primaria.

RELAIS-BORGO-LANCIANO-credits@WiP-Architetti
Relais Borgo Lanciano credits@WiP-Architetti

risparmio gestionale, analizzato rispetto ai livelli di automazione adottati nei processi di controllo e comando degli impianti al fine di ottimizzare i costi di esercizio e ridurre la necessità di attività umane di gestione e manutenzione e di una gestione operativa flessibile in funzione della domanda dell’utenza (variabile) nei diversi periodi giornalieri e stagionali, pur lasciando la necessaria autonomia decisionale e gestionale ai singoli utenti / ospiti.

ampliabilità, cioè la possibilità di modificare o implementare l’impiantistica di base e poter installare componenti per nuovi impianti dedicati (climatizzazione per nuove camere o per locali di servizio).

autodeterminazione, con l’installazione di sistemi di regolazione e controllo dei parametri ambientali (microclima e illuminazione) a livelli puntuali (singola camera). Le soluzioni adottate lasciano al singolo utente / ospite la possibilità di regolazione locale (modifica temperatura, gestione dell’illuminazione). I sistemi potranno, però, controllare a livello macroambiente tutte le modalità di funzionamento, abilitazione accensioni dei singoli locali / camere a livello di piano o accensione e spegnimento.

 

LA SCHEDA

Committente: Deltafin 21 SRL
Luogo: Borgo Lanciano in comune di Castel Raimondo (MC) Loc. Piano di Lancianello
Destinazione d’uso: ospitalità
Superficie lotto: 1100 mq
Progettazione architettonica: Studio Bizzarro &Partners Srl
Direzione lavori: WiP Architetti s.r.l.
Progettazione impiantistica: WiP Architetti s.r.l.
Collaudi e pratica: VVF: WiP Architetti s.r.l.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Cliccando su accetta, o continuando la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetta Maggiori informazioni