Piterak Slim, la nuova soluzione Terreal Italia
per facciate ventilate

Edificio direzionale a Robbiate (Milano). La facciata ventilata è realizzata con Piterak Slim e frangisole Harmattan
5 minuti di lettura

Materiale al 100% naturale e traspirante, la terracotta diventa una scelta vincente anche come soluzione di facciata ventilata per il rivestimento esterno degli edifici. È proprio in questo ambito che Terreal Italia, specializzata nella produzione di coperture e rivestimenti in cotto, introduce sul mercato una innovativa tipologia di chiusura verticale opaca, costituita da elementi in terracotta estrusi, messi in opera completamente a secco con l’ausilio di dispositivi di sospensione e fissaggio meccanico.

facciata-ventilata-Paris_Coallia
La facciata ventilata con profili in terracotta del Residence e Social Restaurant a Coallia, Parigi (Francia), disegnati dal progettista dello studio Peripheriques Architects

Nella sua semplicità costruttiva e di applicazione, questa soluzione garantisce qualità estetiche, acustiche e termiche di alto livello e una eccezionale durata nel tempo. Dal punto di vista estetico è invece disponibile in un’ampia gamma di varianti dalla linea architettonica contemporanea.

Piterak Slim: nuovo sistema Terreal Italia per le facciate ventilate

Il nuovo sistema Terreal Italia per le facciate ventilate si chiama Piterak Slim. Caratterizzato da un design elegante e contemporaneo, è un prodotto a doppia pelle di grandi dimensioni, fino a 500×1800 millimetri, a giunto orizzontale chiuso.

Piterak_SLIM-facciata-ventilata

Dalle elevate caratteristiche tecniche, pur avendo peso e spessore ridotti (30 millimetri per 48 chilogrammi per metro quadrato), il sistema consente un’ottima schermatura alla pioggia, e performance interessanti dal punto di vista delle resistenze all’urto e al vento (sollecitazioni a flessione).

Piterak è disponibile anche nella versione XS di medio formato, fino al modulo 400×1200 millimetri: leggero e facile da installare, è idoneo su grandi superfici con giunto orizzontale chiuso.

Il sistema è disponibile in tre finiture di superficie (liscio, sabbiato e rigato) e una grande varietà di colori, sia nelle sfumature della terracotta naturale (rosso arancio, rosso, rosa e champagne) sia nelle tonalità più attuali e di moda come il grigio perla, il marrone cioccolato e l’ebano, fino alle smaltature.

Piterak_SLIM-facciata-ventilata
Il sistema per facciate ventilate Piterak Slim è montato completamente a secco con l’ausilio di dispositivi di sospensione e fissaggio meccanico

Perché applicare una facciata ventilata Terreal

Scegliere di applicare una facciata ventilata Terreal comporta numerosi vantaggi, a partire dalla protezione dell’edificio dall’acqua e dagli agenti atmosferici in generale.

Grazie alla continuità del rivestimento esterno, alle modalità di vincolo e alla presenza dell’intercapedine ventilata, questa tipologia di rivestimenti garantisce infatti una protezione della struttura estremamente efficace nei confronti dell’azione combinata di pioggia e vento, consentendo di mantenere asciutto lo strato di isolante e la controparete interna, con conseguenti miglioramenti in termini di durabilità ed efficienza energetica.

Piterak_xs-facciata-ventilata
Facciata ventilata realizzata con Piterak XS di Terreal Italia in diverse colorazioni per la riqualificazione energetica ed estetica di un condominio residenziale a Paderno Dugnano (Milano) su progetto dell’architetto Guido Ballabio

Inoltre, la particolarità delle facciate ventilate di prevedere un’intercapedine di aria tra parete e rivestimento, favorisce la traspirabilità dell’edificio, assecondando le contrapposte esigenze della stagione estiva e di quella invernale.

Tra le prerogative dei rivestimenti delle pareti ventilate in cotto c’è inoltre l’isolamento acustico: questi sistemi, infatti, favoriscono la riflessione e l’assorbimento dei rumori esterni, contribuendo al soddisfacimento dei requisiti acustici passivi imposti dal Dpcm del 5 dicembre 1997.

Piterak_slim-facciata-ventilata
Piterak Slim nella versione bianco opale per il North Manchester Hospital a Manchester (Regno Unito)

Anche per il superbonus 110%

Il decreto Rilancio varato l’estate scorsa identifica l’edilizia sostenibile come principale traino della ripresa economica, attraverso il superbonus destinato sia all’efficientamento energetico sia alla messa in sicurezza sismica degli edifici.

Nel decreto, come intervento trainante, è previsto l’isolamento termico dell’involucro edilizio, che permette di usufruire di una detrazione fiscale pari al 110% della spesa. Sono però previsti dei requisiti minimi da rispettare: uno di questi stabilisce l’obbligo di asseverare la congruità delle spese nel rispetto dei massimali di costo specificati per ogni singola tipologia di intervento.

Per l’isolamento delle strutture opache verticali la spesa massima ammissibile è pari a 150 euro per metro quadrato. Nel caso di interventi di efficientamento energetico su pareti ventilate, però, la spesa massima ammissibile sale a 200 euro per metro quadrato, incentivando quindi una soluzione più costosa, ma tecnologicamente più avanzata e prestazionale dal punto di vista energetico.

facciata-ventilata-terreal
Dettaglio della facciata ventilata del Verde Residence a Hill Court, Newcastle (Regno Unito).

Considerando inoltre la possibilità di usufruire del superbonus 110%, la scelta di utilizzare cappotti ventilati con messa in opera a secco garantisce una riduzione dei tempi di cantierizzazione e un aumento prestazionale delle caratteristiche energetiche di tutto l’immobile.

Piterak Slim di Terreal per il Palazzo Mandela di Asti

Aggiudicandosi il bando regionale finalizzato a sostenere l’efficientamento energetico del patrimonio edilizio pubblico degli enti locali, il Comune di Asti ha potuto avviare la riqualificazione di Palazzo Mandela, fabbricato in cui sono ubicati parte degli uffici comunali, usufruendo degli incentivi finalizzati alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni climalteranti.

Palazzo Mandela-piterak-terreal

 

L’intervento si è posto come obiettivo l’ottenimento dello status di edificio a energia quasi zero (Nzeb) e l’approccio metodologico orientato alla sostenibilità ha permesso di perseguire la certificazione energetica Itaca, rilasciata dall’istituto ii- Sbe Italia.

La progettazione degli interventi di miglioramento delle prestazioni termiche dell’involucro edilizio ha riguardato anche la riqualificazione della facciata, per la quale è stato scelto il sistema ventilato Piterak Slim di Terreal Italia. Il cotto, in lastre dalle elevate caratteristiche meccaniche, è stato applicato tramite un sistema di fissaggio customizzato, che è riuscito a coniugare le elevate prestazioni richieste con un’estetica naturale.

Palazzo Mandela-piterak-terreal

Il caldo color ebano, accostato al beige delle fasce delle finestre e al grigio del piano terra, riprende i toni tipici della città piemontese, creando moderni giochi di colore che hanno permesso di stemperare l’aspetto sobrio e imponente della geometria del fabbricato.

Palazzo Mandela-piterak-terreal

 

LA SCHEDA

Progetto: riqualificazione energetica Nzeb e ristrutturazione Palazzo Mandela
Luogo: Asti
Committente: Città di Asti – Settore Lavori Pubblici ed Edilizia Pubblica
Soggetto incaricato: TECSE Engineering Studio Associati
Periodo di esecuzione: 2017 – 2020

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Cliccando su accetta, o continuando la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetta Maggiori informazioni