Saint-Gobain supporta il restauro delle vetrate della Cappella Reale di Versailles

2 minuti di lettura

Dopo tre anni di lavoro si è concluso il restauro della Cappella Reale di Versailles di Jules Hardouin-Mansart, costruita sul finire del regno di Luigi XIV, a cui Saint-Gobain ha dato un prezioso contributo. «Il Gruppo è orgoglioso di contribuire alla conservazione, promozione e riscoperta di questa parte importante della nostra eredità, la Cappella Reale del Castello di Versailles», ha dichiarato Pierre-André de Chalendar, chairman e Ceo di Saint-Gobain, la cui storia è strettamente legata alla Reggia di Versailles.

cappella-reale-versailles
Cappella Reale restaurata

 

Più di quarant’anni dopo l’ultimo restauro, la Cappella Reale necessitava di interventi urgenti al tetto, alle facciate, alle decorazioni scolpite e alle vetrate colorate. Per più di tre anni, circa 150 artigiani hanno lavorato insieme per portare a termine questa massiccia operazione di conservazione.

Un elemento speciale dell’edificio sono le sue finestre, dalla forma snella, che permettono l’ingresso della luce all’interno della Cappella grazie anche alla speciale manifattura del vetro, spesso, trasparente e otticamente perfetto realizzato dalla Manufacture des Glaces, fondata da Luigi XIV e Colbert nel 1665 a Saint-Gobain, in Picardia, per competere con la manifattura vetraia veneziana.

cappella-reale-versailles
Vetrata della Cappella Reale restaurata vista dall’interno © Château de Versailles_Didier Saulnier

 

Per la cappella di Luigi XIV la Manufacture des Glaces sviluppò un processo manifatturiero piuttosto ammirevole per l’epoca. Il vetro fuso non veniva più soffiato (il che ne limitava le dimensioni) ma colato su un tavolo di metallo prima di essere laminato da un rullo. Ne risultarono delle dimensioni potenziali del vetro più larghe e una qualità superiore: la prima grande innovazione di Saint-Gobain..

cappella-reale-versailles
Vetrata della Cappella Reale restaurata vista dall’esterno © Château de Versailles_Didier Saulnier

 

La struttura metallica che permette l’articolazione dei vetri colorati che compongono la finestra è stata completamente smantellata. Le campate sono state nuovamente dorate e sono stati eseguiti i lavori sulle serrature così come il restauro delle vetrate. Sono state inoltre condotte analisi approfondite sulle finestre per distinguere precisamente il vetro originale da quello installato durante gli ultimi restauri. Questi studi sono stati un aiuto inestimabile per i lavori e hanno permesso allo stesso tempo di approfondire la conoscenza sull’eccezionale struttura vetrata.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Cliccando su accetta, o continuando la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetta Maggiori informazioni