Fermat Design: arriva l’onda del Bim

2 minuti di lettura

Intervista a Maicol Gatto, direttore commerciale Fermat Design

«Siamo consulenti per il Bim nel Triveneto, Toscana e Sicilia e rivenditori ArchiCad, il software per il Bim (Building Information Modeling). Il mio socio, Federico Lenarduzzi, Ceo e fondatore della società, ha costituito l’azienda all’incirca trent’anni fa. Poi, da una decina d’anni è partito il servizio di consulenza Bim, più o meno da quando si è cominciato a parlare di progettazione integrata.

Il Bim ha preso piede in misura crescente da quando è entrata in vigore la legge per gli appalti pubblici, ma come strumento di lavoro esiste già da più di trent’anni e tanti già lo usavano senza sapere cosa fosse. Penso che la vera onda stia arrivando quest’anno. Il principale ostacolo alla diffusione è la paura del cambiamento, insieme a una mancanza di cultura. Utilizzare il Bim significa cambiare modo di progettare e, a cascata, cambiare il modo di gestire tutta la filiera della progettazione.

Insomma, a frenare la diffusione di questa innovazione è stata la paura di uscire dalla propria zona di comfort, nonostante i vantaggiche offre. Mi piace mostrare ai clienti una vignetta che rappresenta due uomini preistorici intenti a spingere, con molta fatica, un carretto con le ruote quadrate. I due, alla proposta di sostituire le ruote quadrate con ruote tonde, rispondono di non aver tempo per queste cose. Fa sorridere, certo, ma anche riflettere su quali sono le difficoltà nell’adottare soluzioni innovative. Tornando nel presente, con le nuove tecnologie, i rilievi possono essere totalmente integrati, attraverso qualsiasi software Bim.

Ci rivolgiamo a chiunque faccia parte dell’ambiente della progettazione, dal piccolo geometra che sta cominciando a introdurlo nel suo lavoro, fino alla grande impresa di costruzione che ha bisogno di uno strumento per una più efficace gestione del cantiere e, non secondariamente, per gestire in prospettiva le successive manutenzioni.

Il 2020 è andato bene, con il fatturato in leggero aumento rispetto all’anno precedente. Il 2021 è esploso, in senso positivo: rileviamo che le persone sono molto più a loro agio con i diversi tool digitali»

Carmelo-biondo-fermat-designIntervista a Carmelo Biondo, architetto e docente di Fermat Design

«Con l’avvento del Bim i professionisti hanno bisogno di software che li aiutino non solo nella progettazione, ma anche nella gestione della complessità del progetto in termini di costi, tempi, sinergie con le imprese e le maestranze. Fermat Design, nata nel 2006, offre soluzioni informatiche per il Bim, tra cui Bexel, suite integrata con soluzioni 3D, 4D, 5D e 6D, o il famoso Archicad dell’azienda ungherese Graphisoft.

La cosa bella di questi software è che si tratta di veri modellatori 3D, che offrono la possibilità di collaborare online con molti altri progettisti in vari sedi e spazi di lavoro. La nostra azienda vuole essere al centro di una vera e propria rete a supporto dei professionisti, con servizi di assistenza tecnica e formazione. Il lavoro assiduo fatto in questi anni ci ha ripagato, abbiamo avuto ottimi risultati nonostante il lockdown. Il mondo è cambiato, c’è bisogno aggiornarsi e aprirsi alla tecnologia. ».

www.fermatdesign.it

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Cliccando su accetta, o continuando la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetta Maggiori informazioni