WaterfrontLab, il Salone Nautico incontra le infrastrutture

2 minuti di lettura

WaterfrontLab è il laboratorio di incontro tra nautica e infrastrutture che si terrà a Genova dal 19 al 24 settembre all’interno del Salone Nautico. Tra le tante aree espositive dedicate alle unità da diporto e alla componentistica, questa manifestazione conferma con la propria presenza l’importanza di promuovere uno strumento innovativo per la conoscenza e lo sviluppo delle infrastrutture e dei servizi, all’interno di un’importantissima vetrina della nautica mondiale.

L’obiettivo di WaterfrontLab è quello di far dialogare la filiera della nautica e del turismo con quella delle infrastrutture, promuovendo e favorendo la condivisione di valori comuni tra diversi player del settore pubblico e privato. Waterfrontlab è diventato nel tempo un concept che identifica tutte le iniziative urbanistiche, immobiliari, turistiche e ambientali, finalizzate alla valorizzazione delle coste di mari e laghi. La manifestazione si rivolge agli operatori della filiera immobiliare e turistica: Pubblica Amministrazione, investitori, gestori, progettisti, sviluppatori e costruttori.

 

Arcadis Italia, esperta di waterfront

Tra i partner della manifestazione c’è anche Arcadis Italia, una società di consulenza e di ingegneria con una profonda expertise nella protezione costiera in contesti urbani e nella progettazione di infrastrutture di trasporto. Tra i progetti di cui si è occupata: il masterplan per la riqualificazione e la protezione delle coste di New York e New Orleans dopo i grandi uragani, il Seawall Resiliency Project di San Francisco per la fortificazione della diga che protegge le coste della città, e il Port Lands Flood Protection a Toronto che comprende la costruzione di nuove strade, ponti, infrastrutture per la protezione dalle inondazioni.

 

Seawall Resiliency Project di San Francisco

 

Arcadis aderisce a WaterfronLab condividendo pienamente la necessità di sensibilizzare una platea sempre più ampia, tra visitatori e operatori del settore nautico, sull’importanza delle infrastrutture, quali i porti, nel loro ruolo di supporto alla filiera nautica, turistica e della logistica. Durante le sei giornate di manifestazione saranno presentati numerosi eventi legati al concetto dei waterfront e dello sviluppo territoriale: workshop, tavole rotonde e convegni, dove opinion leader ed esperti del settore pubblico e privato avranno modo di affrontare differenti temi che coinvolgono direttamente le coste italiane.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Cliccando su accetta, o continuando la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Accetta Maggiori informazioni