Ecco come riqualificare con le finestre da tetto

Fakro

3 minuti di lettura

Le finestre da tetto Fakro

Inondare la propria casa di calda luce naturale, guardare il cielo semplicemente sollevando la testa e godere della vista mozzafiato dei tetti di Vienna: queste suggestioni hanno guidato un affermato chirurgo nella radicale trasformazione della propria residenza, situata nell’esclusivo “quartiere dei cottage” della capitale austriaca. L’edificio – una villa su quattro piani ingentilita dai sobri stilemi del liberty mitteleuropeo – è stato completamente ristrutturato mantenendo intatte le sole facciate. All’interno gli spazi sono stati attentamente riqualificati dal punto di vista energetico, puntando a minimizzare i consumi e a creare diffuse condizioni di comfort per l’intera famiglia. Gli interventi più invasivi hanno interessato il sottotetto, che ora accoglie un ampio attico multifunzionale dall’immagine contemporanea, e le conseguenti modifiche alla copertura, dotata di aperture che permettono l’ingresso della luce zenitale e ricoperta per metà da un campo fotovoltaico.

Destinato al relax e al benessere di familiari e amici, l’attico è una vera e propria oasi di luce: raggiungibile anche dall’ascensore interno, questo spazioso open space è articolato attorno al lungo blocco cucina, la cui forma affusolata ricorda quella di un motoscafo, e dispone di ampie finestre da tetto rivolte verso il panorama urbano. La qualità di questo spazio suggestivo è enfatizzata dalle tre finestre per tetti piatti, dotate di tapparelle esterne a funzionamento automatizzato che, grazie alle elevate prestazioni, proteggono il locale sottostante dalle basse temperature invernali come dall’irraggiamento estivo.

«La vista attraverso le finestre Fakro ci offre una sensazione di spaziosità e tranquillità – spiega il proprietario – mentre le finestre per tetti piatti ci permettono di regolare l’illuminazione e la ventilazione dell’attico, a seconda delle necessità e delle condizioni atmosferiche». Separata da una parete vetrata si trova la zona palestra, che contiene anche una vasca idromassaggio e uno spazio per il relax disposto attorno a un caminetto. Il locale più suggestivo è però sicuramente l’accogliente sauna, che sfrutta uno degli spazi più piccoli del vecchio sottotetto. Quel ripostiglio senza finestre, buio e poco attraente, è diventato un piccolo gioiello di luce e calore anche grazie alle due finestre da tetto, rivolte verso la chioma del ciliegio in giardino e i tetti del centro della città. In questo caso i prodotti Fakro dimostrano tutta la loro efficacia: nella sauna la temperatura interna può raggiungere i 90 °C. «Molti clienti cercano soluzioni originali e vogliono personalizzare la loro casa, commenta Markus Mertens, Direttore commerciale Fakro. Le finestre da tetto Fakro consentono una varietà di applicazioni con soluzioni speciali, capaci di soddisfare anche le richieste più esigenti».

Le finestre da tetto utilizzate nell’edificio viennese

Per la ristrutturazione del cottage viennese sono stati installati i seguenti prodotti Fakro:
– 3 finestre per tetti piatti Modello F DU6, prodotto premiato con il prestigioso Red Dot Award, caratterizzate da un design moderno e da ottime prestazioni termoisolanti;
– 2 finestre da tetto FTU L5, con apertura a bilico ed equipaggiate con il sistema di apertura/chiusura e gestione degli accessori mediante telecomando Z-Wave, più sensore pioggia per la chiusura automatica;
– 1 finestra da tetto FPU L5, dotata di doppio sistema di apertura (a bilico e a vasistas) selezionabile mediante il pulsante PreSelect, più cerniere che assicurano la piena stabilità del battente in tutte le posizioni;
– 1 finestra da tetto FNU L5, del tipo con triplo vetro fisso che garantisce minime dispersioni termiche.

 

Leggi anche: “Scandole in alluminio, così si riveste un tetto”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.