Villa Zileri Motterle: riqualificazione all’insegna del Seicento nella campagna vicentina

5 minuti di lettura

Un lavoro di restauro lungo e complesso, che ha permesso di raggiungere importanti risultati in termini di prestazioni e funzionalità. Villa Zileri Motterle è un edificio che risale al 1436 situato nella campagna di Biron di Monteviale, in provincia di Vicenza. Nato come struttura agricola con annessa dimora padronale, è diventato nei secoli un importante complesso architettonico, il cui salone d’onore ospita anche un prezioso ciclo di affreschi di Giovan Battista Tiepolo. L’edificio è composto da un insieme organico di diversi ambienti. Alla sua realizzazione hanno messo mano, tra Seicento e Settecento, anche grandi maestri come Carlo Borella, progettista anche dell’ampliamento della basilica di Monte Berico, e i neo-palladiani Francesco Muttoni e Ottone Calderari.

villa-zilieri-motterle
Villa Zileri Motterle, edificio che risale al 1436, e completato tra Seicento e Settecento, situato nella campagna vicentina Biron di Monteviale

Riqualificazione di Villa Zilieri Motterle

Il complesso ha sofferto di scarsa manutenzione fino alla fine degli anni Settanta, quando è subentrata una nuova proprietà che ha promosso un piano di recupero volto alla rivalorizzazione di Villa Zileri Motterle e delle sue pertinenze. Iniziato negli anni Ottanta, il piano di recupero ha permesso di eseguire, in tempi diversi, interventi di restauro mirati al corpo principale e agli annessi della villa, che nel frattempo ha continuato a essere un luogo di lavoro intellettuale e produttivo, oggi fruibile al massimo delle sue potenzialità con abitazioni e uffici al centro di un territorio ricco di storia e di arte. Il complesso della villa è caratterizzato dal corpo centrale che si sviluppa su tre piani con 11 assi di finestre che nel piano nobile alternano frontoni triangolari e arcuati. A sinistra del nucleo padronale c’è la barchessa, che racchiude sul retro un cortile rurale di forma pressoché quadrata. Sulla destra del corpo centrale, ma arretrato rispetto a quest’ultimo, si innesta una loggia.

villa-zilieri-motterle
Il complesso di Villa Zileri Motterle è caratterizzato dal corpo centrale che si sviluppa su tre piani con 11 assi di finestre che nel piano nobile alternano frontoni triangolari e arcuati

Recupero barchesse e rustici

I lavori di riqualificazione hanno inizialmente riguardato il recupero delle barchesse e degli annessi rustici della villa e la realizzazione di unità direzionali e residenziali. In particolare, si è intervenuto nella ricomposizione volumetrica delle vecchie barchesse agricole del complesso di Villa Zileri, mantenendo il vecchio sedime dell’edificato e un aspetto esteriore che, pur semplificando più possibile il disegno, si accordasse con l’esistente. Sul lato nord si è mantenuto il muro storico, in continuità con l’edificio a cui è addossato e di cui è naturale continuazione. Si sono inoltre installate soluzioni tecnologiche all’avanguardia che hanno permesso di realizzare un residence d’alto livello e con ottime performance energetiche, rispettando il valore storico-ambientale del complesso.

In particolare, si è intervenuti con il rifacimento di alcuni brani del pacchetto di copertura, il risanamento e isolamento termico dell’attacco a terra, la deumidificazione con barriera fisica e/o sistema attivo delle murature, la sostituzione delle caldaie con modelli acondensazione e, vincoli permettendo, dove possibile sono stati sostituiti i serramenti con modelli ad alte prestazioni e i corpi illuminanti con modelli a basso consumo.

Il restauro del corpo principale della villa ha invece riguardato la facciata, gli affreschi e gli stucchi del Salone Nobile, della Sala delle Conchiglie, dei soffitti decorati, e il recupero dell’apparato decorativo della chiesetta annessa alla villa.

villa-zilieri-motterle
La Loggia di Villa Zilieri Motterle

Risanamento e ampliamento della Loggia

Da poco sono stati terminati anche i lavori di risanamento e ampliamento della Loggia di Villa Zileri, a cura dell’architetto Alberto Motterle (Studio Motterle), progetto a cui è stato riconosciuto il protocollo CasaClima R. Iniziato nel settembre 2014, l’intervento era mirato al ripristino dell’originale uso abitativo dell’edificio, e ha permesso di recuperare l’edificio, coniugando
le caratteristiche architettoniche e artistiche dell’edifico storico con le esigenze di sostenibilità ed efficienza energetica.

villa-zilieri-motterle
Il progetto di risanamento della Loggia è stato curato dall’architetto Alberto Motterle. Al progetto è stato riconosciuto il protocollo CasaClimaR

Adiacente al corpo centrale della villa, ma completamente autonoma, la loggia è un edificio di due piani fuori terra realizzata in muratura portante, con impalcato e tetto costruiti in legno. Edificato alla fine del XVII secolo, a sud l’edifico si affaccia sul parco monumentale della villa, mentre a nord-ovest presenta una facciata costituita di muratura, in pietrame faccia vista, disegnata con pilastri, marcapiani e cornicione in mattoni pieni. Le finestre, ma in generale tutte le forature, sono tutte incorniciate da elementi lapidei.

villa-zileri-motterle

Per ognuno dei due piani della loggia e in copertura si è intervenuti con l’intento di migliorare l’isolamento. Al piano terra, mantenendo i livelli delle soglie delle porte finestre della loggia, è stato eseguito uno scavo la cui imposta è tale da consentire la realizzazione del nuovo pacchetto di isolamento, opportunamente in continuità con l’isolamento delle pareti, in grado di ridurre le dispersioni verso il terreno. Per il solaio dell’impalcato intermedio tra i due piani si è proceduto alla sostituzione delle travi ammalorate, mantenendo le quote di imposta originali, ricollocando le travi nelle tasche presenti nella muratura storica e mantenendo i livelli e le soglie esistenti, pur isolando i solai mediante livellante granulare e fibra di legno. In copertura, invece, l’intervento di miglioramento ha avuto un duplice intento: quello di coibentare per ridurre le dispersioni attraverso la superficie esterna del tetto, e quello di realizzare una struttura ventilata, per raffrescare e rendere più asciutta tutta la struttura del tetto.

villa-zilieri-motterle

villa-zileri-motterle

Le chiusure verticali esterne della loggia non necessitavano invece di particolari interventi conservativi. I paramenti esterni in pietra e mattoni sono stati lavati con idropulitrice e consolidati mediante ristilatura dei corsi di malta, mentre le cornici in pietra di Vicenza sono state restaurate e consolidate. Sul lato interno si è invece applicato un sistema di isolamento naturale a cappotto in fibra di legno e argilla. Tutta la stratigrafia dell’intonaco della parete è stata realizzata per un totale di quattro strati in argilla, preferita in quanto materiale naturale ed eco-compatibile, per un ambiente salubre e confortevole.

villa-zileri-motterle

(Veronica Monaco)

LA SCHEDA

 Tipologia dell’edificio: abitazione unifamiliare
 Luogo: Monteviale (Vicenza)
 Data di progetto: 2013
 Data di completamento: 2015
 Cliente: Montecastello spa
 Contraente generale: Green Live snc, AS Services srl
 Autore: Studio Motterle
 Progetto: Loggia di Villa Zileri
Coordinamento del progetto: Alberto R. Motterle

Clicca qui per altri progetti di riqualificazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.