Cersaie 2018, la Fiera di Bologna e l’arredobagno hanno 3 nuovi padiglioni

2 minuti di lettura

Cersaie è la manifestazione leader a livello internazionale del settore della ceramica, delle superfici per l’architettura e dell’arredobagno, che si terrà alla Fiera di Bologna dal 24 al 28 settembre. Nel 2017 l’esposizione ha avuto 112.000 presenze e il numero è destinato ad aumentare: quest’anno tre nuovi padiglioni andranno a sostituire i vecchi padiglioni 29 e 30, nell’ottica del progetto di ampliamento del quartiere fieristico.

«La manifestazione è diventata nel corso degli anni un momento e un luogo culturale, oltre che una realtà prettamente economica», spiega Emilio Mussini, Presidente Commissione Attività Promozionali e Fiere di Confindustria Ceramica, aggiungendo che si è lavorato molto per organizzare confronti con il mondo dell’architettura e del design. Ne è la prova la serie di conferenze di “Costruire, abitare, pensare” che ospita autorevoli architetti di fama internazionale e attrae costantemente professionisti e progettisti. Quest’anno sarà presente un Premio Pritzker, che l’organizzazione non ha ancora voluto svelare, ma che sappiamo terrà la sua lectio magistralis giovedì mattina alle 11 al Palazzo dei Congressi della fiera.

 

Cersaie fiera arredobagno
L’intervento alla conferenza stampa Cersaie 2018 di Emilio Mussini, Presidente Commissione Attività Promozionali e Fiere di Confindustria Ceramica

 

Un’altra iniziativa è quella del Caffè della Stampa, dove si svolgono conversazioni informali tra giornalisti e espositori. Inoltre, continua la collaborazione tra Cersaie e la Design Week di Bologna, che coinvolge la città stimolando un momento sociale per visitatori e residenti. Da martedì 26 a sabato 30 settembre, infatti, mostre, workshop, concorsi, eventi, visite guidate, design talks, design food, animeranno nelle ore serali il centro storico per cinque giornate dedicate alle culture del progetto e alle industrie culturali e creative.

 

Cersaie fiera arredobagno
L’intervento alla conferenza stampa Cersaie 2018 di Gianni Di Gregorio, architetto progettista dell’ampliamento della Fiera di Bologna

 

La novità più consistente di questa edizione è però la progettazione dei nuovi padiglioni 29 e 30, a cura del team guidato dall’architetto Gianni Di Gregorio: saranno la prima tappa della riqualificazione dell’intero quartiere fieristico bolognese, a distanza di mezzo secolo dall’ultimo importante intervento. La visione dello spazio fieristico del progetto punta sull’illuminazione naturale e sul sistema del verde, che devono essere connessi da una fruibilità “cittadina”. «La percorribilità deve essere fluida per sollecitare all’interno fenomeni urbani», spiega l’architetto Di Gregorio: il concetto è quello di portare dentro la fiera il sistema pedonale e di vivibilità della città di Bologna, tra portici e spazi aperti.

 

Cersaie fiera arredobagno
Prospetto di uno dei nuovi padiglioni progettati per l’ampliamento della Fiera di Bologna © Di Gregorio Associati

 

I lavori per i nuovi padiglioni, che verranno assegnati al settore arredobagno, sono già iniziati e termineranno a settembre 2018, giusto in tempo per essere inaugurati a Cersaie.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.